Rapporto CV/CC (potenza/cilindrata), come leggerlo e valutarlo nell'acquisto di un motore? [pag. 7]

Capitano di Vascello
Bigguy
Mi piace
- 61/132
eltamin ti do ragione, infatti ho premesso già che stavo aumentando la "confusione", volevo soltanto dire che anche queste caratteristiche possono essere elementi di valutazione dell'affidabilità e ribadire che ogni motore è progettato per un utilizzo ottimale e che la scelta dovrebbe tenerne conto. A volte mi sono sentito dire dai rivenditori che un 6V era più equilibrato di una geometria in linea o che un 2 cilindri a 360 aveva più vibrazioni di uno a 270° (motociclisti vi ricordate del bicilindrico Yamaha 850 della TDM). Ti do ragione anche per la precisazione che hai fatto sui 2T da 100 rpm e 5000 cv, sono motori nei cui cilindri si può "abitare" (ci sono entrato dentro!) e che bruciano anche gasolii di pessima qualità, ma non si fermano mai.
"Bigguy"
con la testa persa per un bellissimo Artigiana Battelli 25
Ammiraglio di divisione
eltamin78
Mi piace
- 62/132
Bigguy ha scritto:
eltamin ti do ragione, infatti ho premesso già che stavo aumentando la "confusione", volevo soltanto dire che anche queste caratteristiche possono essere elementi di valutazione dell'affidabilità e ribadire che ogni motore è progettato per un utilizzo ottimale e che la scelta dovrebbe tenerne conto. A volte mi sono sentito dire dai rivenditori che un 6V era più equilibrato di una geometria in linea o che un 2 cilindri a 360 aveva più vibrazioni di uno a 270° (motociclisti vi ricordate del bicilindrico Yamaha 850 della TDM). Ti do ragione anche per la precisazione che hai fatto sui 2T da 100 rpm e 5000 cv, sono motori nei cui cilindri si può "abitare" (ci sono entrato dentro!) e che bruciano anche gasolii di pessima qualità, ma non si fermano mai.


Thumb Up
- novamarine navy 415 (1982 - 1986)
- novamarine2 navy 415 (1987 - 1992)
- novamarine2 army 35 - (1995 - 2011) sempre con mariner 15 hp 2T
- novamarine2 army 40 e mercury 25 xd (2011 - 2012)
- solemar b47 e suzuki df 40/50 (2013 - 2019)
2° Capo
marcots
Mi piace
- 63/132
marcots ha scritto:
VanBob ha scritto:
Benone! Non aspettiamo altro... potresti elencarceli?


se consideriamo due motori caratterizzati dalla medesima cubatura e dal medesimo peso (come per esempio il 115 ed il 130 e-tec che sono dei motori in tutto e per tutto identici,con l'unica differenza riguardante la mappatura della centralina),è naturale che quello più potente sarà più prestazionale,con dei consumi superiori a pieni regimi,ma uguali se non forse inferiori alla velocità di crociera, dove si riuscirà a navigare ad un regime inferiore.
o sbaglio? Surprised



vanbob ti posto di nuovo quello che avevo scritto perchè si vede non l'avevi visto.Sia ben chiaro che non voglio creare nessuna polemica o fare il sapientone di turno,ma semplicemente volevo ottenere delle delucidazioni su quello che avevo detto.
Comune di 1° Classe
colinmcrae28
Mi piace
- 64/132
Scusami mi sono espresso male intendevo dire che a parita di cilindrata ho maggiore affidabilità prendendo quello con potenza minore. Inoltre se "non ricordo male" la cilindrata non è altro che il volume, pertanto tutti i motori, presi come esempio, hanno la stessa cilindrata e il pistone ha la stessa corsa quindi l'unica variabile è il n/min, con le conseguenze descritte nel link inviato dal collega
Capitano di Vascello
Bigguy
Mi piace
- 65/132
colinmcrae28 ha scritto:
Scusami mi sono espresso male intendevo dire che a parita di cilindrata ho maggiore affidabilità prendendo quello con potenza minore. Inoltre se "non ricordo male" la cilindrata non è altro che il volume, pertanto tutti i motori, presi come esempio, hanno la stessa cilindrata e il pistone ha la stessa corsa quindi l'unica variabile è il n/min, con le conseguenze descritte nel link inviato dal collega


il pistone ha la stessa corsa solo se parli dello stesso motore declinato in più potenze. In alcuni casi le case costruttrici si passano l'intero motore e lo battezzano diversamente, oppure si passano i monoblocchi e modificano il resto, ma si tratta di casi particolari.
"Bigguy"
con la testa persa per un bellissimo Artigiana Battelli 25
Contrammiraglio
tanor74
Mi piace
- 66/132
il pistone ha la stessa corsa se ha lo stesso alesaggio!!!

altrimenti .............
Ex Rio 310 + Selva Naxos 15cv 2t
Ex Marshall 4,00mt + selva Naxos 15cv 2t
Ex Marshall M40s + Selva Naxos 15Cv 2t
Cranchi 4,90 + Tohatsu maxi 25/30 cv 2t -tohatsu corsa 25/40 2t
Della Pasqua DC7 doppio volvo Penta 118cv piede 290DP
Site Admin
VanBob
Mi piace
- 67/132
marcots ha scritto:
marcots ha scritto:
VanBob ha scritto:
Benone! Non aspettiamo altro... potresti elencarceli?


se consideriamo due motori caratterizzati dalla medesima cubatura e dal medesimo peso (come per esempio il 115 ed il 130 e-tec che sono dei motori in tutto e per tutto identici,con l'unica differenza riguardante la mappatura della centralina),è naturale che quello più potente sarà più prestazionale,con dei consumi superiori a pieni regimi,ma uguali se non forse inferiori alla velocità di crociera, dove si riuscirà a navigare ad un regime inferiore.
o sbaglio? Surprised



vanbob ti posto di nuovo quello che avevo scritto perchè si vede non l'avevi visto.Sia ben chiaro che non voglio creare nessuna polemica o fare il sapientone di turno,ma semplicemente volevo ottenere delle delucidazioni su quello che avevo detto.


Marco, perdonami ma è difficile risponderti in quanto la tua affermazione qui sopra riportata va in senso contrario a quanto da te detto nel messaggio precedente, ovvero:

marcots ha scritto:
a mio parere se dovessi scegliere tra due motori con la stessa cilindrata prenderei quello con potenza maggiore.Infatti in questo caso si ha un rapporto peso\potenza migliore con il conseguente aumento delle prestazioni e con consumi uguali se non inferiori.

E' chiaro che stai facendo un po' di confusione. Wink
VB
Ammiraglio di divisione
racing
Mi piace
- 68/132
ehm ehm .......allora giusto per confondere ulteriormente le acque posso buttarvela sul pratico .... che mi riguarda abbastanza da vicino
abbiamo un yamaha v6 cilindrata 3300 e spicci viene fatto con gli stessi componenti per tutte e tre le versioni 200 , 225 , 250 i loro consumi a WOT sono rispettivamente 68- 78 - 81 lt.h a 5500 giri
il motore viene definito a corsa corta avendo un alesaggio maggiore della corsa stessa

quele secondo voi avrà una coppia maggiore e a che regime ?

a velocita di crociera quale sarà più parsimonioso ? il tutto si intende a parità di natante e di condizioni (pesanti o leggere che siano ).
non penso sia cosi semplice da stabilire anche perche se vogliamo essere puntigliosi il motore con più cavalli avrà necessariamente bisogno di un elica più lunga altrimenti si falsa il confronto .

riguardo all'argomento in topic
mi riallaccio a tutto quello che avete scritto .....nelle considerazioni che avete espresso tutti c'è qualcuno che allinea il ragionamento all'automotive e addirittura ai camion ,niente di più sbagliato , se vi dicessi che i motori dei camion hanno un range di utilizzo moooolto più"impiccato " di un formula 1 .....non per niente hanno dei cambi robotizzati anche da 16 rapporti appunto per mantenere il range strettissimo di utilizzo a volte meno in di 1000 rpm .


nella nautica invece ci ritroviamo a dover lavorare senza possibilità di cambiare marcia (altrimenti i piedi le relative trasmissioni peserebbero quanto e più del blocco motore stesso ) quindi la prima cosa da considerare è la ricerca della maggiore coppia al regime minore possibile e con il range di utilizzo il più ampio possibile questo permetterà al motore di avere un andamento il più regolare possibile ...questo sulla carta ma poi .....per ottenere certe potenze le coprte si cominciano ad accorciare ...

per esempio (4T) abbiamo yamaha con il suo oramai "vecchio" 200 che ha un v6 da 3300 (94x80,5) c.c. , suzuki il suo 200 v6 è da 3600 (95x 85 )c.c. , honda v6 a 3471 c.c (89 x 23 )ognuno ha una cilindrata diversa tutti riescono ad ottenere i medesimi cavalli e tutti hanno lo stesso range di utilizzo tra 5000 e 6000 rpm .... sono però sicuro che avranno tutti un comportamento differente di carattere , infatti quello che le case non ci dicono è però il dato più importante ....il regime e la coppia max raggiunta.
questo sarebbe sicuramente di grosso aiuto per tutti , aiuterebbe un pescatore con un bass boat a prediligere un motore più "impiccato " tanto lui viaggia leggerissimo ma a bisogno della massima prestazione (cosi mi dicono ), o ad un utente con un piccolo cabinato a scegliere il motore con la coppia maggiore visto e considerato che l'imbarcazione è pesante e per uscire dal dislocamento necessita di molta spinta ....il tutto poi però va adeguatamente abbinato ad un rapporto al piede adeguato pena altrimenti di dover utilizzare eliche che mal si confanno con la tipologia di imbarcazione stessa , e come ben sappiamo poi anche tra elica e elica ne passa parecchio sulla tipologia di utilizzo e sul suo rendimento .
immaginatevi causa piedi e rapporti di riduzione errati , accoppiate assurde , tipo bass boat con elica da tiro corta dal grosso diametro con motore dalla curva di potenza spostata in alto , o pilotina dall'elica piccola e passo lungo e motore dalla coppia generosa ma dall'allungo scarso ...avremo dei veri e propri disastri a livello di resa .
ne deriva , che la ricetta perfetta non esiste altrimenti i fior di ingeneri che lavorano nelle case produttrici sarebbero arrivati tutti alla stessa conclusione sia come cubatura , come rapporto al piede ....lo stesso lo potete vedere in qualsiasi campo motoristico di un certo livello .... si assomigliano tuttti ma nessuno è uguale all'altro .

se ne deduce che sicuramente bisogna valutare sempre che utilizzo si predilige fare, cercare a parità di cavalleria il motore che pesa meno (meno problemi a trovare l'assetto sul natante ) che abbia una generosa cubatura (compatibilmente con il peso e l'ingombro dell'architettura ) che abbia il maggior range di utilizzo (permette di avere utilizzare svariati tipi di elica ) e che magari non sia particolarmente assetato .


chissa se ho detto troppe .....zate
"Sul mare non è come a scuola, non ci stanno professori. Ci sta il mare e ci stai tu. E il mare non insegna, il mare fa, con la maniera sua."
E. De Luca
Ammiraglio di divisione
Cesinho
Mi piace
- 69/132
Se dovessimo metterla ai voti io sceglierei il pari potenza con cubatura maggiore;
Anche se come ha scritto racing tutto dipende dall'utilizzo pratico...
Leggendo questo interessante topic e il range di giri ampio di utilizzo cui è sottoposto un fuoribordo, mi è venuta in mente una discussione Che ebbi col meccanico sul riduttore di giri yamaha: secondo lui con quel sistema il motore (il 40-60) era sollecitatissimo perché fuori dal range di giri per cui era stato inizialmente progettato il blocco 996....forse tutti I torti leggendo la vostra colta disquisizione non aveva Think
Lomac 500ok
Tohatsu 75 cv 2t carburatori
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
<º))))>< <º))))>< <º))))><
2° Capo
marcots
Mi piace
- 70/132
capisco,probabilmente mi sono spiegato male,l'opinione che volevo scrivere fin dall'inizio è quella del secondo messaggio. Surprised
Sailornet