Pubblicità
Sergente
alex85
0
0
0
0
0
0
- 1/8
Come penso molti di questo forum un grosso dubbio, ora che ho venduto il mio fido tender vorrei passare a qualcosa di più grosso, ma cosa?
Le alternative sarebbero:

- qualcosa simile allo zodiac fastroller 380 con motore da 25 cv a due tempi.

-Qualcosa di 4/5 metri al massimo con un motore da 25 /40 cv sempre due tempi (per ovvie ragioni economiche) e carrello incluso.

L'uso prevalente sarebbe al lago di lecco nella bella stagione(so che si può alare a pescate e in molti altri posti), qualche volta in liguria ad alassio/andora e poi ovviamente mi piacerebbe fare molti giri, come ad esempio in costa azzurra, le isole di porquerolles(splendide, le avevo fatte proprio con il fastroller e un 15 cv si planava in 5!) , la croazia e chi più ne ha più ne metta.

Come praticità andrei subito sullo smontabile(magari con pagliolato in alluminio in modo tale da navigare decentemente), però è ovvio che se a uno piace navigari anche con un po' di mare è preferibile l'altra opzione.
Per contro una volta che uno ha un gommone chiglia rigida deve pagare 900 euro di gancio sulla macchina, l'assicurazione del carrello, il rimessaggio invernale(dove a milano a un prezzo modico?) e l'eventuale alaggio a pagamento in porto visto che in italia, soprattutto in liguria sono tutti a pagamento gli scivoli.

Ho trovato delle ottime occasioni di smontabili con 25cv a circa 3000 euro, mentre i chiglia rigida come sapete vanno dai 3500 in su, ma diciamo che con 5000 euro forse mi prendo un buon gommone (pensavo allo zodiac pro 420, mi sembra una bella barca).

Tutti i suggerimenti riguardo alla barca, al rimessaggio ecc sono ben accetti!
Anche se mi trovate qualche buona occasione, grazie!
Tenente di Vascello
Paolo
0
0
0
0
0
0
- 2/8
se lo usi molto dalla mattina alla sera a lungo andare anche montare uno smontabile diventa pesante quindi penseresti cmq ad un carrello a quel punto penserei direttamente a un VTR a meno che tu non abbia esigenze particolari di trasportabilità tipo camper/roulotte oppure di spazio e quindi lo smontabile è d' obbligo

se il montaggio invece è solo per un range di utilizzo superiore ai due-tre gg allora anche uno smontabile grandino va bene
Paolo di Roma, navigo prevalentemente in zona Argentario
Sergente
alex85
0
0
0
0
0
0
- 3/8
nessun'altro che mi può dare un consiglio? Rolling Eyes
Capitano di Corvetta
M40
0
0
0
0
0
0
- 4/8
Concordo, e anzi aggiungo che anche montare e smontare un gommone anche due o tre volte a settimana diventa pesante. Almeno a me scoccerebbe molto, ogni volta dover stare mezz'ora sotto al sole ad avvitare motore, gonfiare sgonfiare etc etc.
E' inevitabile rinunciarci, si finisce sempre per comprarsi un carrello o lasciarlo in un rimessaggio vicino al lago-mare, dove in cinque minuti te lo mettono in acqua. Ma sempre si pagano, questi servizi.
Io ho subito preso un 4 metri in vetroresina, e i primi anni mi sono arrangiato caricandolo sul tetto della macchina, il motore all'interno. Certo è una sfacchinata, però ti fai aiutare da qualcuno, ce la fai tranquillamente. considera che un tre metri e ottanta in VTR pesa intorno ai 70 kili, in due persone adulte si tira su tranquillamente!
Lo svantaggio è che non puoi portartelo spesso in giro: dove lo lasci al rimessaggio è il punto di riferimento da dove partire ogni volta, e quindi non hai un raggio enorme da visitare. Invece col carrello, o con uno smontabile (a patto che ti vada, appunto di stare lì a montare e smontare), prendi e puoi andare virtualmente ogni giorno in un posto diverso...
tutti i gommoni delle due categorie sono ottimi mezzi. Certo con uno smontabile hai meno affidabilità in caso di mare formato, tagli meno le onde, sbatti di più, e con un pò di mare devi restartene in spiaggia sotto l'ombrellone... dipende sostanzialmente dall'uso che devi e vuoi farne...
comunque dal tuo post si evince che già hai le idee abbastanza chiare sui pro e i contro dei due tipi di gommone, credo che stia a te decidere "quanto faticare" ogni volta, e prendere il gommone più adatto al tuo spirito di sacrificio per portartelo sempre dove vuoi Smile
p.s. se vuoi farti un gommone e spendere quindi qualche migliaio di euro (inevitabile!) non farti gommoni in PVC...se ne è parlato tanto in questo forum...quindi evita zodiac, arimar, tutte le marche in PVC...prendi solo gommoni in neoprene! durano di più, sono più belli, e li puoi riparare facilmente!
Marshall M40 con Yamaha 25 hp 496 cc, bicilindrico a carburatore. Piccolo ma buono!
Ammiraglio di divisione
Nicasta
0
0
0
0
0
0
- 5/8
Alex85 ha scritto:
(splendide, le avevo fatte proprio con il fastroller e un 15 cv si planava in 5!)


Ma allora perché stai puntando ad un 25 cv?
Alex85 ha scritto:

- qualcosa simile allo zodiac fastroller 380 con motore da 25 cv a due tempi.


Sono almeno 15 chili in più e se decidi per uno smontabile, 50 chili di motore ti fanno passare la voglia.

La miglior combinazione per coniugare buona navigabilità e smontabilità (intesa come trasportabilità) è un gommone con paramezzale in legno con motore 15 cv 2 tempi.
Sergente
alex85
0
0
0
0
0
0
- 6/8
era per avere un buon margine di potenza e soprattutto velocità e accelerazioni decenti!
Mi ricordo che di andava benone con il 15, però non era certo da brivido la velocità! Rolling Eyes
Comunque da quel poco che sono riuscito a capire, sembra che lo smontabile alla fine ti faccia passare la voglia dopo un po' di monta e rimonta, d'altra parte anche il bagagliaio sarebbe tutto occupato quindi se vai in vacanza poi i bagagli dove li metti?...forse a questo punto è bene che cerchi qualche buona occasione di chiglia rigida...tra l'altro vedo che molti motori sono 25/35 come affidabilità dopo le modifiche come sono?
Ammiraglio di divisione
Nicasta
0
0
0
0
0
0
- 7/8
alex85 ha scritto:
Mi ricordo che di andava benone con il 15, però non era certo da brivido la velocità!


se cerchi velocità e brivido devi proprio cambiare categoria e portafoglio. E fors'anche farti una patente nautica se non ce l'hai!


alex85 ha scritto:
Comunque da quel poco che sono riuscito a capire, sembra che lo smontabile alla fine ti faccia passare la voglia dopo un po' di monta e rimonta,


E questo chi l'ha detto? Rolling Eyes
Sergente
alex85
0
0
0
0
0
0
- 8/8
Citazione:
se cerchi velocità e brivido devi proprio cambiare categoria e portafoglio. E fors'anche farti una patente nautica se non ce l'hai!



beh la patente nautica è in programma, ma non quest'anno purtroppo per motivi di tempo... Sad , purtroppo il portafoglio non è proprio gonfio, diciamo che il mio budget sarebbe di massimo 6000 euro con gommone, carrello, motore ed eventualmente anche il gancio sulla macchina.


Citazione:
E questo chi l'ha detto?


L'ho intuito leggendo tante discussioni su questo e altri forum...poi ovvio dipende da persona a persona, ma penso che per tirar giù uno smontabile dalla macchina e per montarlo e metterlo in acqua ci voglia almeno mezz'oretta, così come era stato per il buon vecchio fastroller,se poi ci metti mezz'ora anche per rimettere tutto via in macchina, e lo fai almeno tre/quattro volte la settimana....boh...
Sapete dove posso andare nella zona di Milano a vedere qualche negozio ben forito di usati?
Per ora ho trovato Gewel marine a costa masnaga sembra essere ben fornito, e poi nautica sanzone proprio qui a Milano vicino a casa mia.
Alaggio
L'operazione con cui si tira in secco una imbarcazione.
Mar 10/04/07 21:49 - VanBob
Alare
Tirare un cavo allo scopo di sollevare un oggetto pesante legato all'estremità opposta; nella nautica da diporto il termine alare indica espressamente il porre una barca in terra.
Mer 02/05/07 0:49 - diportista
Chiglia
La chiglia è il pezzo di carpenteria navale che percorre in senso longitudinale l'imbarcazione.

In posizione centrale costituice la struttura del fondo della carena, sul quale vengono assemblate le ordinate che formano le ossature dei fianchi.

Nella zona prodiera si collega alla ruota di prora, mentre nella zona poppiera si collega al dritto o al telaio di poppa.
Mar 10/04/07 21:49 - VanBob
Pagliolato
Il pavimento dell'imbarcazione.
Piano fisso o amovibile che ricopre la sentina.
Mar 10/04/07 21:49 - VanBob
VTR
La vetroresina (VTR) è un materiale composito, formato da fibra di vetro e resina plastica, in genere a base di poliestere, vinilestere o epossidica. È possibile produrre compositi avanzati, con maggiore resistenza meccanica, utilizzando fibra di carbonio o kevlar. A partire dagli anni sessanta la vetroresina ha avuto molte applicazioni per la costruzione di oggetti esposti agli agenti atmosferici, in particolare imbarcazioni, grazie soprattutto alle doti di estrema leggerezza e di resistenza alla corrosione in ambienti basici come l'acqua marina.
Mar 10/04/07 21:49 - VanBob
Neoprene
Il neoprene è la denominazione commerciale registrata per una famiglia di gomme sintetiche basate sul policloroprene.
Le principali caratteristiche sono l'elasticità, la resistenza al taglio, allo schiacciamento e al calore, inoltre risulta essere inerte verso molti agenti chimici, olii e solventi.
Per questi motivi è impiegato con successo nel campo dell'industria nautica, nella realizzazione di rivestimenti protettivi e indumenti (ad esempio, mute subacquee).
Lun 30/04/07 11:22 - VanBob
PVC
Il cloruro di polivinile, noto anche come polivinilcloruro o con la corrispondente sigla PVC, è il polimero del cloruro di vinile.

È il polimero più importante della serie di quelli ottenuti da monomeri vinilici ed è una delle materie plastiche di maggior consumo al mondo.
Mar 10/04/07 21:49 - VanBob
Vetroresina
La vetroresina (VTR) è un materiale composito, formato da fibra di vetro e resina plastica, in genere a base di poliestere, vinilestere o epossidica. È possibile produrre compositi avanzati, con maggiore resistenza meccanica, utilizzando fibra di carbonio o kevlar. A partire dagli anni sessanta la vetroresina ha avuto molte applicazioni per la costruzione di oggetti esposti agli agenti atmosferici, in particolare imbarcazioni, grazie soprattutto alle doti di estrema leggerezza e di resistenza alla corrosione in ambienti basici come l'acqua marina.
Mar 10/04/07 21:49 - VanBob
Paramezzale
Pezzo longitudinale che corre da poppa a prua al di sopra della chiglia ed quasi interamente parallelo ad essa. Serve a stabilire un buon collegamento delle ossature tra loro e contribuisce alla resistenza longitudinale della nave
Mar 10/04/07 21:49 - VanBob
Patente nautica
La cosiddetta “patente nautica” è in realtà una “abilitazione al comando e alla condotta di unità da diporto”.
La responsabilità del comando comporta diritti, come l'obbedienza delle persone a bordo agli ordini impartiti e doveri, come dover rispondere penalmente e civilmente di eventuali errori o mancanze.
Gio 12/04/07 20:39 - La capitana