Pubblicità
Capitano di Vascello
SparusAurata
4
0
0
0
0
0
- 1/23
Buona sera a tutti.
Con questo topic descrivo com’è fatto (e come funziona) il circuito di ricarica interno alle centraline Evinrude Fichtram. Di conseguenza chiedo a tutti gli utenti di non scrivere messaggi e/o commenti superflui, in modo da lasciare quanto più possibile fluida la lettura per chi ha bisogno di aiuto nel risolvere questi problemi. Sarà un topic a più messaggi, che verranno scritti man mano che andrà avanti lo studio sulla centralina.
Quest’analisi è stata possibile grazie a CIX977 che mi ha gentilmente spedito la sua vecchia centralina. Quella in foto è di un motore da 225CV del 2005 che presenta il difetto di mancata carica della batteria.
Dopo aver aperto i cover della centralina e rimosso con cura il gel isolante, ho identificato tutti i componenti di potenza e le loro interconnessioni. Poi attraverso l’attenta lettura del manuale di servizio, sono riuscito ad individuare come sono collegati gli avvolgimenti di statore alla centralina e quindi al raddrizzatore.
I diodi sono del tipo 20ETS08S (diodi raddrizzatori da 20A), gli SCR sono del tipo 25TTSS08S (tiristori da 16A, che eseguono la funzione del regolatore), il limitatore di sovratensione MR2835S che interviene a partire da 23V. In fine ci sono due comparatori differenziali a quattro uscite gli LM3302 e il convertitore frequenza tensione LM2907-N che è quel componente che legge il tachimetro e ci consegna in uscita il valore degli RPM in tensione da applicare allo strumento di bordo, ma secondo me definisce anche il clock per l’impulso di tensione da inviare alle candele.
Di seguito le foto della scheda pulita, con sovrapposto i simboli elettronici, della ricostruzione dello schema elettrico del regolatore/raddrizzatore e della scheda di distribuzione con fusibili.
Centraline Evinrude Ficht Ram, come sono fatte e riparazione

Centraline Evinrude Ficht Ram, come sono fatte e riparazione

Centraline Evinrude Ficht Ram, come sono fatte e riparazione

Centraline Evinrude Ficht Ram, come sono fatte e riparazione


Al fine di determinare con esattezza il cavo che porta la carica alla batteria, ovvero l’uscita del raddrizzatore regolatore, ho la necessità che qualcuno esperto di questi motori (ad esempio Mignon) mi confermi che il cavo è quello ROSSO (quello nel connettore nero che sta insieme al cavo bianco-rosso), mentre quello rosso con striscia nera è l’ingresso della tensione di alimentazione della centralina. Purtroppo il manuale di servizio che ho è in bianco nero e si legge malissimo.
In attesa della conferma di questa informazione, analizzando lo schema elettrico, sono rimasto sorpreso dal fatto che lo statore è realizzato con tre avvolgimenti indipendenti posti a 120°, quindi un generatore trifase.
Poi, il doppio ponte trifase è sempre in funzione, quindi non appena lo statore è in moto, si dovrebbe trovare la tensione di carica.
Per cui è necessario individuare in quale punto viene fatta la verifica del livello di tensione per generale l'allarme di mancata carica.

infine, da una prima analisi, tutti i componenti di potenza sono perfettamente funzionanti, pertanto il difetto è da ricercare altrove.
Questa centralina in particolare, non caricava la batteria, ma non segnalava l'errore, evidenza del fatto che il circuito raddrizzatore/regolatore funzionava correttamente e che il difetto è altrove.

Al prossimo step, in attesa della risposta sul cavo rosso o rosso-nero.
Ciao
Ammiraglio di divisione
mignon
1
0
0
0
0
0
- 2/23
Guarda bene Wink

re: Centraline Evinrude Ficht Ram, come sono fatte e riparazione

re: Centraline Evinrude Ficht Ram, come sono fatte e riparazione
Jeanneau leader 805 volvo 5.7 gxi piede duopro
Capitano di Vascello
SparusAurata
0
1
0
0
0
0
- 3/23
- Ultima modifica di SparusAurata il Mer 25/03/20 21:06, modificato 1 volta in totale
Grazie Mignon, sempre pronto a dare una mano. Chapeau!
Dovevo immaginarlo che c'entrava il milanista!!!
Quindi rosso alimentazione da batteria e rosso-nero caricabatteria. Ciò che non si vede è come si collega alla batteria, neanche nel tuo schema si evince. Ci vorrebbe una foto di un motore dove si vede com'è collegato.
Intanto ho modificato lo schema elettrico del raddrizzatore nel messaggio precedente e verificato anche il fusibile posto lungo il filo, che è ok. Questa la sua foto.
re: Centraline Evinrude Ficht Ram, come sono fatte e riparazione

Si trova nella calza nera protettiva del filo rosso-nero.

Ho anche misurato tutti i componenti SMD, diodi e transistor, e sono tutti OK. Verificati i condensatori elettrolitici, che sono quelli che poi si rompono e provocano la maggior parte dei difetti e anche questi OK.

Non mi resta che accenderla e provarla a banco in tensione, simulando la tensione in arrivo dallo statore. Questa sera mi studio il circuito nel caso di utilizzo di trasformatori a 12Vac e 40Vac, perché posso andare a frequenza fissa (50H).

Vi aggiorno domani se riesco a fare le prove in tensione.
Ammiraglio di divisione
mignon
0
0
0
0
0
0
- 4/23
Tramite il solenoide

re: Centraline Evinrude Ficht Ram, come sono fatte e riparazione
Jeanneau leader 805 volvo 5.7 gxi piede duopro
Capitano di Vascello
SparusAurata
0
0
0
0
0
0
- 5/23
La verifica dei componenti insieme a quanto riferitomi da Cix977 hanno confermato il corretto funzionamento del circuito di carica della batteria.
Infine, per completare l'analisi di questa scheda elettronica, osservando la foto sotto, i componenti a destra (quelli non sovrascritti con i simboli elettronici) fanno parte del raddrizzatore che generano i 40V in corrente continua che poi va sia alla centralina (scheda con microprocessore) che agli iniettori. I 40V escono dal cavo bianco-rosso e possono essere misurati rispetto alla massa.
re: Centraline Evinrude Ficht Ram, come sono fatte e riparazione


Con questo post ho concluso l'analisi dei due circuiti raddrizzatori, sottolineando che spesso e volentieri il difetto sta o nello zener che limita le sovratensioni, oppure nei condensatori (i componenti gialli a centro scheda) che vanno in dispersione e provocano il difetto.
Per cui, se avete una centralina che presenta questo difetto, le cose da verificare sono le seguenti e in ordine:
- Tensione in uscita dallo statore 12V e 40V (se il motore è 100-150CV al posto dei 40V si hanno 26V) in corrente alternata;
- Tensione in uscita dal filo rosso-nero superiore ai 13V in corrente continua se funziona correttamente;
- Tensione in uscita dal filo bianco-rosso pari a 40V in corrente continua se funziona correttamente.

Dal prossimo post, cercherò di trattare l'analisi della seconda scheda presente nella centralina, ovvero quella che monta il microprocessore, la flash, la ram e la eeprom.
Per ultimo, il reale difetto di questa centralina è che dopo essere partita, se spenta, riparte solo dopo aver atteso 15/20 minuti circa, una vera sfida trovare questo difetto.
Ciao
Site Admin
VanBob
1
0
0
0
0
0
- 6/23
SparusAurata ha scritto:
Per ultimo, il reale difetto di questa centralina è che dopo essere partita, se spenta, riparte solo dopo aver atteso 15/20 minuti circa, una vera sfida trovare questo difetto.

Da piccolo mi facevo aiutare dallo spray raffreddante, ma immagino che lo saprai già.

Gommone Joker Boat COASTER 650 - Yamaha 150 4T - GPS/ECO Garmin 722XS - VHF Cobra Marine MRF57W- carrello Trailer Simacar 1600
Tenente di Vascello
cix977
0
0
0
0
0
0
- 7/23
Il difetto della centralina in questione è quello classico delle quattro spie, difetto che attanaglia moltissimi d.l. ed e-tec.
Ranieri Voyager 24 con Suzuki DF 250.
Capitano di Fregata
aureliods
0
0
0
0
0
0
- 8/23
Buongiorno
@SparusAurata qualora ti fosse d’aiuto la centralina di un Ficht RAM da 150 HP, sono a disposizione. Ha la pista n. 4 mal funzionante,
Fammi sapere.
Aurelio
Appiedinauta.... ed ora in spiaggia ?
NJ Prince 30'Au Evinrude 2x300 G2 Giocattolo V
NJ Prince 25', Evinrude 2 x 150 H.O. G 2;
Marlin 23' Top, Honda 225 Ellebi LBN 2022D;
Asso 62 exl, Mercury Verado 150;
Sacs 590IT, Evinrude Ficht Ram 150;
Capitano di Vascello
SparusAurata
1
0
0
0
0
0
- 9/23
@Aureliods,
Ok, ma preferisco completare questa prima. Ti avviso io non appena pronto.
Ma per pista, intendi che non pilota correttamente l'iniettore 4, giusto?
Capitano di Fregata
aureliods
0
0
0
0
0
0
- 10/23
Si, il motore parte, ma borbotta irregolare a bassi regimi. In alcuni momenti ha difficoltà di avviamento. Ad alti regimi, come il sistema rileva l’anomalia si mette in mode safe.
Fa un poco come gli pare, per esser chiari!
Fammi sapè ing. a tua disposizione.
Appiedinauta.... ed ora in spiaggia ?
NJ Prince 30'Au Evinrude 2x300 G2 Giocattolo V
NJ Prince 25', Evinrude 2 x 150 H.O. G 2;
Marlin 23' Top, Honda 225 Ellebi LBN 2022D;
Asso 62 exl, Mercury Verado 150;
Sacs 590IT, Evinrude Ficht Ram 150;