Pubblicità
Ammiraglio di divisione
red1
30
0
0
0
0
0
- 1/54
Oggi pomeriggio saranno 22 anni esatti da quel terribile giorno.
Da Siciliano voglio ricordare chi ha avuto il coraggio di combattere e morire per i suoi ideali di Libertà e Giustizia.


Per non dimenticare


Per non dimenticare
Il mare non ha paese nemmeno lui, ed è di tutti quelli che lo sanno ascoltare.
Giovanni Verga, I Malavoglia
Capitano di Corvetta
marinese
0
0
0
0
0
0
- 2/54
voglio esprimere un pensiero forte: ora non muore più nessuno...e siccome la mafia non è certo sconfitta, come qualcuno ci vuol far credere, propagandando centinaia di arresti sui tg...a buon intenditor... Sad
EdgeWater 265EX - 2 x Suzuki DF250

Le 4S della felicità: Sole, Sale, Sesso e Saraghi!

Sempre il mare, uomo libero, amerai!
Capitano di Corvetta
DaniSaver
0
0
0
0
0
0
- 3/54
Grande red !!!!! La Sicilia è fatta di tante persone che come me che ripudiano la mafia, ma essendo un cancro radicato nella nostra società non è facile debbellarlo !!!! Rip.
Ammiraglio di divisione
red1
0
0
0
0
0
0
- 4/54
@marinese
Probabilmente hai ragione, la mafia non è sconfitta ma quel velo di omertà, terrore, connivenza si è sgretolato.
Ti assicuro che adesso la gente denuncia, magari in forma anonima, ma denuncia e lo dimostra il numero di iscritti alle associazioni antiracket.
E' fondamentale il fatto che nelle scuole si organizzino dibattiti ed eventi per insegnare ai bambini che la mafia uccide e va combattuta. In passato ciò era impensabile.
A costo di scrivere una ovvietà, stiamo attenti che la mafia non è più quella dei feroci contadini di Corleone. Ha cambiato pelle, ha fatto studiare i figli e siede nei cda di importanti aziende, in tutto il mondo.
Il mare non ha paese nemmeno lui, ed è di tutti quelli che lo sanno ascoltare.
Giovanni Verga, I Malavoglia
Tenente di Vascello
trevor
1
0
0
0
0
0
- 5/54
I meccanismi viziosi che la mafia ha introdotto nel sistema hanno già vinto.
Ma la mafia è solo un nome suggestivo, ormai anche troppo romanzato. Per il resto sono dell'idea che la mafia è l'aspetto arrivista, furbo e spregiudicato dell'uomo, il quale, nel momento in cui ha il potere di decidere delle sorti di qualcun'altro, usa i suoi peggiori mezzi per trarre vantaggio per se stesso a discapito dell'altro.

In quella lapide c'è tutta l'ipocrisia e la contraddizione dell'essere umano.

Onore comunque a chi ha perso la vita per affermare la legalità e l'onestà.
Ammiraglio di divisione
red1
0
0
0
0
0
0
- 6/54
Come ulteriore motivo di riflessione, riporto uno dei pensieri forse meno conosciuti di Giovanni Falcone ma che dimostra la lucidità del suo pensiero


"Perché una società vada bene, si muova nel progresso, nell'esaltazione dei valori della famiglia, dello spirito, del bene, dell'amicizia, perché prosperi senza contrasti tra i vari consociati, per avviarsi serena nel cammino verso un domani migliore, basta che ognuno faccia il proprio dovere."
Il mare non ha paese nemmeno lui, ed è di tutti quelli che lo sanno ascoltare.
Giovanni Verga, I Malavoglia
Capitano di Vascello
dolce*11
3
0
0
0
0
0
- 7/54
Oggi lo stato ricorda un suo devoto servitore.

Lo fa con viva e vibrante commozione.

Si gloria e si incensa della sua memoria piangendolo come un figlio.

Quel figlio che prima ha abbandonato e poi ucciso.
Sembra di sentirlo ancora
dire al mercante di liquore
"Tu che lo vendi cosa ti compri di migliore?"

F.De Andrè.
Ammiraglio di divisione
red1
1
0
0
0
0
0
- 8/54
Infatti non è importante il teatrino dei politici di turno che inondano l'etere di tardive quanto inutili parole di stima, ma il fatto che stamattina sono arrivate due navi stracolme di bambini provenienti da tutta Italia, accolti dai bambini delle scuole palermitane.
La nostra speranza sono loro.
Il mare non ha paese nemmeno lui, ed è di tutti quelli che lo sanno ascoltare.
Giovanni Verga, I Malavoglia
Capitano di Vascello
yanez323
3
0
0
0
0
0
- 9/54
Di quel giorno ricordo lo sgomento, era sabato, tardo pomeriggio, e la notizia mi venne data da un collaboratore, che iniziava il turno di servizio, mentre ero su una banchina el Porto di Venezia. Ero sempre in Porto quando due mesi dopo, domenica 19 luglio, l'Ansa diramava la nota dell'attentato al Giudice Borsellino e l'addetto alle telescriventi, livido ed in silenzio, mi portò in ufficio il foglio con la notizia.
E' stato un momento di smarrimento totale , con il pensiero a due Servitori di primo piano dello Stato e ad altri oscuri Servitori dello Stato, che avevano perso la vita, e all' impotenza delle Istituzioni davanti a simili attentati all'integrità dello Stato. Il perchè era immaginabile, mandanti ed esecutori pure ma non si addiveniva a nulla di concreto. Tanto dolore vero, tante dichiarazioni altisonanti, vuote ma dovute, e parecchie lacrime di coccodrillo.
L'anno successivo sempre tra maggio e luglio un'altra serie di attentati con esplosivo : uno a Milano, uno a Firenze, tre a Roma (questi ultimi tre casualmente senza vittime) ; tutti pensavano ad una ripresa dell'eversione, ma la mente e la mano erano le stesse dell'anno prima.
Poi, a poco a poco, è venuta fuori una parte di verità si sono individuati i colpevoli, sono stati condannati ,ma una verità limpida e senza ombre ancora non c'è e ancora sono i molti a mantenere il gioco di ombre per fini ancora più oscuri.
C'è chi la mafia l'ha combattuta seriamente, chi ancora la combatte con onestà ed impegno, ed un'ignobile categoria che da sempre imperversa : quelli che Leonardo Sciascia definiva "i professionisti dell'antimafia", che contribuiscono a mantenere il gioco di ombre perchè di questo vivono.
Ammiraglio di squadra
Gulliver
1
0
0
0
0
0
- 10/54
red1 ha scritto:
Come ulteriore motivo di riflessione, riporto uno dei pensieri forse meno conosciuti di Giovanni Falcone ma che dimostra la lucidità del suo pensiero


"Perché una società vada bene, si muova nel progresso, nell'esaltazione dei valori della famiglia, dello spirito, del bene, dell'amicizia, perché prosperi senza contrasti tra i vari consociati, per avviarsi serena nel cammino verso un domani migliore, basta che ognuno faccia il proprio dovere."


England expects that every man will do his duty

Quasi 200 anni prima una frase identica era stata detta dal più grande stratega navale che sia mai vissuto.
must_authenticate