Per cortesia, abilitare il JavaScript per visitare questo sito!


















Lun 24/07/17 19:45
Risposte: 1
Visto: 82
Il serbatoio deve essere nel centro di gravità del battello in modo che svuotandosi non cambi l'assetto di navigazione.

Nel gavone di prua e eventualmente adiacenti, devi mettere pesi che non si consumano, che non cambiano col passare del tempo in navigazione, vedi catene, ancore, cinture da sub ed eventualmente la riserva di benzina.....

Ma se la prua si alleggerisce, lo fa quasi sempre al rientro, quando il mare è formato quindi spostare un serbatoio carburante può essere utile durante la prima metà del percorso.... Poi sei di nuovo appoppato.....

Aggiungi dati basilari, quali il tipo di imbarcazione, lunghezza, llunghezza al galleggiamento, peso, peso motore ecc....
Vedrai che i consigli degli esperti, se ben esposto il problema, non mancheranno.

Io ci sto lavorando seguendo i consigli ricevuti qui sul forum, ma ho dei seri e difficili ostacoli da affrontare....
Quando sarò a posto riferirò......

Ciau.

Sab 22/07/17 17:24
Risposte: 4
Visto: 221
https://www.gommonauti.it/ptopic24909_rio_450_cross.html

allora forse è meglio cercare altro essendo io ancora poco tecnico, anche se la manualità non mi manca e adoro il fai da te non avendo conoscenza della barca rischierei di fare casini.

Dovrei quindi optare per qualcosa che mi permetta di stare tranquillo almeno all' inizio, una barchetta solida con pochi problemi però simile al rio cross 450 che è il prototipo ideale come estetica e funzionalità.

cosa mi dite? verso cosa potrei orientarmi?j

No no.., ma guarda che è un ottimo scafo, fai solo attenzione a ciò che ti ho scritto. ...
Non tutti soffrono di questa malattia, per iniziare va benissimo, poi potrai fare un upgrade del motore con un investimento che ti permetta uno scafo o (meglio) un gommone nettamente superiore. ....

Esigi di vederlo in acqua e ...non dimenticare di mettere i tappi agli ombrinali perché non è autosvuotante. ... lo è solo se sano e poco motorizzato, il mio si riempiva come una vasca da bagno ...

Ven 21/07/17 19:37
Risposte: 4
Visto: 221
Ciao,

Il Rio450 cross éstato il mio primo grande amore, però avevo montato un Mercury 60 e volava letteralmente......
Ha un'ottima tenuta su mare formato, come quasi tutti i Rio, ma è letteralmente una spugna.

Assorbe acqua nella controstampata e sbanda dalla parte della consolle, se lo acquisti portalo sulla pesa e controlla il peso da libretto (io non ricordo più) e confronta col peso reale..non vorrei che trovassi delle sgradite sorprese.

Sul mio avevo praticato due fori con relativi tappi sulla parte bassa dello specchio di poppa e sono usciti almeno 40 litri di h2o e la schiuma delľ intercapedine tra piano di calpestio e opera viva era una spugna marcia.

Per il resto , ripeto, è un ottimo scafo, ma con 25/30 cavalli è un pò sottomotorizzato e ľutilizzo di un trim idraulico ti aiuterebbe molto.

Ciau. ..

Ven 21/07/17 19:00
Risposte: 7
Visto: 321
1000 zecchini per un carrello non omologato reputo sia un latrocinio.......
Pensaci bene..... Lo puoi utilizzare come portafiori....
Ciau

Mer 19/07/17 6:15
Risposte: 11
Visto: 459
Ciao,
In barba alla forma e al motore elettrico, con quel natante sei in completa balia del vento oltre che delle onde.....

Il vento si alza improvvisamente: capita più spesso si quanto uno creda e in questo caso é meglio essere a non più di 100 metri dalla riva........ (che sono già forse troppi)

Le onde di natanti e yacht che a 1000 metri dalla costa ti passano a 20 nodi e più è ti sverniciano letteralmente.

Lascia a terra chi non sa nuotare.... Porta piuttosto uno o due pagaie di più e controlla che i tuoi compagni sappiano remare come si deve.

Batteria potente e sopratutto assolutamente stagna al 100x100.

Portati pure due orecchie lunghe e ben aperte (meglio 4), salvagente per tutti e almeno mezza tonnellata di buon senso. Quello è un gommoncino da lago.......
Ciau

Dom 16/07/17 0:12
Risposte: 3
Visto: 190
Già utilizzato su impianti di risalita con scarsi risultati su viti 8.8 di medio diametro , ma attenzione: le viti nautiche sono un inox 316L quindi molto propense a rompersi già a temperatura ambiente, se le raffreddi la resilienza diminuisce e ne patisce in negativo quindi si sbriciola letteralmente.

Il gelo serve a raffreddare per variare il diametro di uno dei due pezzi da sbloccare e la lega di alluminio potrebbe anche creparsi.... Non so se è una buona idea..
Normalmente il gelo si utilizza per i calettamenti.

Con estrattori a vite sinistra la vedo dura vista la consistenza molliccia dell'inox ...

Prova, ma se vedi che non cede non insistere e rivolgiti a una buona officina meccanica specializzata altrimenti peggiori la situazione....

Ciau

Sab 15/07/17 23:36
Risposte: 2
Visto: 126
Sulla spalla dello pneumatico trovi la pressione di utilizzo in psi e in bar, ma la cosa più importante è l'indice di carico supportato.

Il numero di tele e la loro composizione (metallica o sintetica) é una dato dalla sigla PR... NUMERO sarà il numero di tele, più é alto più è alto il carico.

Poi hai l'indice di valocitá una lettera....

Il tutto è riportato sul libretto del rimorchio e ti devi attenere ai dati imposti, ma attenzione : piú il diametro é piccolo più è difficile trovare carico e velocità soddisfacenti.

Le 450 x 8 sono praticamente introvabili, se non per scooter e per di più con gli occhi a mandorla....... Pericolose. Misura abbandonata da tutti i fabbricanti.

Ciau.

Ven 14/07/17 21:32
Risposte: 7
Visto: 294
Strano comunque, sei sicuro che non si rompa sul nodo?
Poi quando le occhiate hanno deciso di mangiare, attaccano anche a un 22, specie di notte.
Ne ho pescate molte in Spagna con l'inglese e starlite, quando vedi filare il galleggiante sott'acqua è una vera goduria...
Prova con ami piu lunghi....
Ciau..

Ven 14/07/17 15:52
Risposte: 16
Visto: 471
Prima pagina a dx (copertina) ci sono i modelli di riferimento...
Non credo che quello rosso, ai tempi di questo libretto fosse ancora concepito o comunque nato....
Di più no posso dirti.
Prova su Google a inserire il numero di matricola seguito dai dati della terghetta..... Tentar non nuoce.
Ciao

Ven 14/07/17 13:21
Risposte: 16
Visto: 471
Se leggi il link che ti ho postato, scendendo a dx in italiano parla espressamente di hipalon e neoprene... ma so che poi ci sono stati ibridi e totalmente in pvc che hanno creato grandi problemi.

Non ho trovato altro, ma un mio cugino ha lo stesso gommone che presenti in foto da 40 anni e non ha mai avuto problemi di scollaggio e sicuramente è hipalon.... ne sono certo visto che sembra un colabrodo pieno di pezze, ma dovute all'uso spropositato che ancora oggi in barba all'età se ne fa tra i 7 fratelli...... Non ha che alcune microperdite praticamente non riparabili su alcuni incollaggi.

Di più non saprei, prova a fare una toppa in un posto nascosto e rovinato e guarda che risultati ottieni..... Se possibile.

Per quanto riguarda il mark II rosso non so dirti nulla, all'epoca scelsi il Bombard C3S con paramezzale in legno e pagliolo in legno e alluminio, sicuramente in hipalon, mi ispirava di più, ma bruciava le chiappe visto che era completamente nero.

Ciau
Pagina 1 di 59
Tutti gli orari sono GMT + 2 ore