Per cortesia, abilitare il JavaScript per visitare questo sito!









Lun 20/02/17 19:25
Risposte: 22
Visto: 664
Dal punto di vista idrodinamico, non so dirti.
A mio avviso un simile accrocco, per non essere strappato via al primo varo, dovrebbe essere fissato con viti e sikaflex. Sull'opportunità di mettere delle viti, in quel punto di attacco tra specchio e chiglia, dovresti interrogarti.
Con buona probabilità puoi risolvere, non facendo più strisciare quella parte, scendendo un po' di più con il carrello sulla rampa. L'importante è non bagnare i mozzi.

Lun 20/02/17 13:24
Risposte: 51
Visto: 3576
Hai foto?

Lun 20/02/17 12:28
Risposte: 51
Visto: 3576
Eccomi, ciao.
No, non ho acquistato il dado isolante ma ho provato un paio di soluzioni, la seconda delle quali mi è sembrata molto pratica per il gommone.

La prima soluzione, per la batteria servizi del camper, è stata realizzata con un pezzo di teflon opportunamente sagomato

http://www.gommonauti.it/imm/36899/1487588707.jpg

ecco il dettaglio della porzione di teflon che entra nella svasatura del fusibile
http://www.gommonauti.it/imm/36899/1487588832.jpg

La seconda soluzione, per le batterie del gommone, è stata realizzata con pomelli femmina con filettatura da 6 mm.
Bisogna segare alla base il perno da 8/10 mm che si trova sul morsetto positivo della batteria, successivamente forare e filettare il foro da 6 mm, avvitandoci un perno inox della stessa misura.
In poche parole, bisogna sostituire il perno filettato presente sui morsetti con uno da 6 mm, oppure, avendo l'attrezzatura, ridurre il perno esistente fino a 6 mm.

Il pomello femmina, reperibile in qualunq ...

Gio 16/02/17 17:17
Risposte: 22
Visto: 664
Gli ultimi due metri sono stati duri.....Amplificati dalla.manovella della leva che si è spezzata.....
Dopo avere sostituito ben due manovelle originali Goliath, me la sono fatta costruire rinforzata dal torniere. Quelle originali hanno uno spessore ridicolo e tendono a spaccarsi intorno al foro di fissaggio.

Mer 15/02/17 21:30
Risposte: 22
Visto: 664
Di Goliath manuale ne esiste anche una versione da 800 kg ed esteriormente è identico al fratello maggiore. In ogni modo, su un carrello 1500 dovresti avere la versione maggiorata.
Il tuo 590 con 140 Suzuki e rollbar in vtr non è esattamente una piuma, quindi, nell'incertezza, trattandosi del primo varo/alaggio, ti consiglio di tenerti leggero con il carburante, l'acqua e le cianfrusaglie.

Mar 14/02/17 18:35
Risposte: 1053
Visto: 175910
Che dirti, due estati fa presi il velcro nautico con l'adesivo 3M, ebbene sulla vetroresina si attaccò tenacemente invece sui cuscini non ebbe successo.
Quindi, o utilizzi quello a cucire o gli automatici, come suggeriva Max.

Mar 14/02/17 18:07
Risposte: 1053
Visto: 175910
Blu, per il gavoncino va benissimo il velcro adesivo, invece dal lato del cuscino mi sento di sconsigliartelo. Per esperienza fatta, il velcro, anche quello nautico di qualità, sui cuscini non dura. Se lo fai cucire, te lo scordi. Wink

Lun 06/02/17 19:47
Risposte: 191
Visto: 7972
Purtroppo la fruibilità delle banchine a Sivota è peggiorata negli ultimi anni, colpa dei charter nautici.
Sinceramente l'unico posto dove riesco ad ormeggiare, quando vogliamo prendere una granita, è nel pontile dell'Americano, sempre gentile.

Lun 06/02/17 17:29
Risposte: 13
Visto: 588
Per come la vedo io, un VHF, seppur portatile, dovrebbe essere obbligatorio su ogni natante.
Mi sono trovato in avaria a soli 300 mt. dalla costa e mi è stato utile, visto che il cellulare non prendeva.



La vediamo alla medesima maniera. Mi permetto di aggiungere che sarebbe meglio se l'apparato obbligatorio fosse del tipo galleggiante e portatile. I vhf fissi, in caso di cortocircuito a bordo o di rovesciamento, non hanno alcuna utilità.

Lun 06/02/17 15:47
Risposte: 13
Visto: 588
Credo che con una procedura rapida, si fa per dire, come in Francia il tutto non sia poi tanto deleterio.
Tecnicamente, anche l'obbligo, per chi naviga oltre le trenta miglia, di un apparato ad onde medie mi sembra una norma logica ed adeguata, visto che la portata di un VHF dovrebbe essere attorno alle 25 mn.

Come sappiamo il vhf ha il limite determinato dalla curvatura terrestre, cosa che non avviene con gli apparati in MF,
pertanto ben venga l'obbligo oltre le 30 mn.
Riguardo al vhf, magari non sarò popolare tra i più, ma se ci fermiamo a riflettere è un errore il rilascio del certificato limitato di radiotelegrafista senza nessun esame, nemmeno dei quiz a risposta multipla. Ti compri un apparato, fai richiesta delle autorizzazioni e la preparazione tecnica per l'utilizzo, anche quella basilare, è affidata alla tua buona volontà.

Forse sarebbe meglio vincolare il rilascio di tale autorizzazione ad un esame semplificato, da svolgere presso le sedi del ministero. Lo step s ...
Pagina 1 di 509
Tutti gli orari sono GMT + 1 ora