Per cortesia, abilitare il JavaScript per visitare questo sito!









Lun 27/02/17 13:50
Risposte: 8
Visto: 163
Esatto, i fori servono per lo scarico del motore quando è in folle ed aiutano durante la retromarcia.
Considera che procedendo in avanti sia lo scarico all'elica che sulla coda a causa del movimento formano un effetto venturi che iuta ad espellere i fumo di scarico alleggerendo la contropressione (resistenza dell'acqua).
Viceversa in retromarcia la resistenza dell'acqua aumenta a causa del senso contrario di movimento ed i fori aiutano l'espulsione dei fumi.
Ecco le differenze visive:
http://www.gommonauti.it/imm/3544/1247219842_evinrude_521_25hp.jpg

Lun 27/02/17 13:40
Risposte: 13
Visto: 196
Un consiglio spassionato, attenersi sempre alle indicazioni del costruttore su lavori ed intervalli di manutenzione, regola valida per ogni tipo di motore.

Lun 27/02/17 13:36
Risposte: 6
Visto: 101
Sei riuscito a risolvere quindi ok.
Il problema della difficoltà di smontaggio è comune quasi su tutti gli Yamaha, si forma dell'ossido nella parte immediatamente sottostante i due bulloni di fissaggio ed occorre lavorare di estrattore e Phon industriale, un paio di scaldatine a dovere intervallate da un bagno di crc o simile e poi posizionare l'estrattore e lasciarlo in tiro per qualche ora (magari la sera per il mattino successivo, nel 99% dei casi si riesce, ovviamente necessita la sostituzione degli anelli OR presenti sul componente stesso in quanto il calore li rovina.

Dom 26/02/17 13:39
Risposte: 1
Visto: 57
Scatola in plastica lunga con catena, parliamo sicuramente di una Ultraflex TM48.
Purtroppo il cavo di ricambio non esiste e devi prendere l'intera scatola compresa di cavo (esistono varie misure di cavi)
Se vuoi sostituire la scatola con una più moderna, varie dimensioni vanno a seconda della potenza del motore.
Sostituire la scatola significa anche eseguire nuovi fori sulla consolle e verificare la lunghezza effettiva del nuovo cavo, che potrebbe variare considerando il punto di innesto sulla scatola.
La cosa più semplice rimane sostituire scatola e cavo esistenti con componenti nuovi

Sab 25/02/17 23:29
Risposte: 1
Visto: 83
Un filtro con vaschetta trasparente (tipo racor) sarebbe l'ideale, se vuoi mantenere le due cose separate normalmente si monta prima il decantatore e poi il filtro vero e proprio, per evitare che l'acqua raggiunga il filtro

Sab 25/02/17 19:35
Risposte: 10
Visto: 425
Intanto un augurio di pronta guarigione Wink
Per il discorso motore, occorre smontare la testa e portarle in rettifica, far eseguire qualche verifica e valutare l'eventuale riparazione o sostituzione.

Mer 22/02/17 13:57
Risposte: 16
Visto: 641
Bullone spezzato, brutta gatta da pelare!
Oltre i suggerimenti dei precedenti messaggi aggiungo:
con un punzone cercare di segnare il centro esatto dela vite, poi procedere con trapano e punte partendo da un diametro e allargando man mano il foro con diametro superiore, con il calore generato dalla foratura solitamente la vite rotta cede, in questi casi possono aiutare gli estrattori per viti (chiamati anche maschi sinistri ecc)
https://www.foxcar.it/catalogo/img/prodotti/3145_6.jpg
Attenzione ad eseguire il foro più centrale possibile (per evitare che con diametri superiori si vada ad intaccare la filettatura sull'alluminio) ed il più perpendicolare possibile, per la profondità basta regolarsi con la lunghezza delle altre viti smontate.
Una volta tolto il gambo della vite valutare se occorre ripassare con un maschio.

Dom 19/02/17 22:40
Risposte: 4
Visto: 170
Sul Mercury 40 per aumentare la potenza a 60 hp si sostituisce la centralina e si toglie un disco restrittore nell'aspirazione, sull'Honda non saprei se la procedura sia analoga, comunque se la diagnosi rileva la centralina del 50 hp significa che questa è stata sostituita.
Chi ha eseguito la diagnosi presumo sia un tecnico Honda, quindi dovrebbe sapere se ci sono altri componenti da sostituire.
Per il discorso ruggine gli Honda hanno detto difetto, anche se inox a contatto con il sale alcune viti tendono ad arrugginire.
Puoi sostituirle con altre originali ma probabilmente col tempo farebbero la medesima fine, diversamente smontale e vai in ferramenta, acquista viti con la stessa lunghezza e diametro di acciaio inox (A2 70).
Attenzione comunque, se si tratta di viti di carter e coperchi in plastica non ci sono problemi, diversamente occorre conoscere le giuste coppie di serraggio per evitare danni.

Gio 16/02/17 9:01
Risposte: 3
Visto: 159
Il motore potrebbe rompersi (malauguratamente cade a terra e si cricca il cavalletto in un punto non visibile, le vibrazioni faranno il resto...) cedendo di colpo, il cavetto lo manterrebbe attaccato allo scafo dandoti modo di recuperarlo. Potresti prendere un'onda che ti ribalti sottosopra, il motore si sfila e va a fondo (guarda caso proprio dove l'acqua é più profonda...) il cavetto te lo manterrebe ancorato allo scafo.
Su un tenderino con un motorino fino a 15 anche 20 hp ha senso

Lun 13/02/17 23:41
Risposte: 8
Visto: 279
Per sostituire la cinghia occorre rimuovere il volano, quindi chiave a bussola, estrattore e dinamometrica per rimontare (sul volano stesso ci sono le indicazioni per la coppia di serraggio, attenzione a non confondere NM, KGF ecc)
Il tenditore della cinghia non va smontato ma "disarmato", se lo guardi dall'alto oltre la vite che lo blocca vedrai una sede per la chiave esagonale (brugola) ed un foro quadrato, con la brugola ruoti il tendicinghia in senso orario ed una volta allentato si inserisce una spina nel foro quadrato (che deve coincidere con un altro foro sul fondo del tendicinghia) in questo modo il tenditore è bloccato e la cinghia libera, a fine lavoro si toglie la spina e si riporta in posizione, è la molla che mantiene la tensione.
Se spostando il tendicinghia senti dei vuoti oppure dei colpi la molla è danneggiata ed il tendicinghia è da sostituire, idem se provando a farlo ruotare a mano c'è un gioco eccessivo oppure senti grattare (sintomo che il cuscinetto è logoro). ...
Pagina 1 di 29
Tutti gli orari sono GMT + 1 ora